Per la verità i cadaveri e i corpi non li ho ancora trovati in nessun articolo stamattina ma devono pur esserci visto che il “Mostro di Mariglianella” è sulle prime pagine di tutti i giornali. Non possono certo aver titolato in prima solo per un frigo abbandonato, qualche calcinaccio, tre secchi di plastica e una vecchia carriola; su terreno peraltro del padre. Tra le pochissime eccezioni l’autorevole quotidiano romano “La Notizia”, in forte controtendenza (qui sotto).

Stamattina ho visto in tv una giornalista intervistare un esperto di diritto. Gli chiedeva: “Ma se le voci fossero confermate, cosa prevede la legge come pena?“. Il cattedratico: “Beh, il padre del ministro dovrà pagare una sanzione amministrativa“. E la giornalista: “Cioè, mi vuol dire che Di Maio se la caverà pagando una multa?“. Avrei voluto replicarle io: “No guardi, è prevista anche l’impiccagione. La multa è una pena accessoria, in realtà c’è l’impiccagione in pubblica piazza per questi casi“.
Che si sciacquassero tutti bene la bocca prima di parlare di quel ragazzo onesto…

Wanda Montanelli